Aspirapolvere centralizzato, manutenzione e assistenza

Un sistema di aspirazione centralizzata ha bisogno della giusta manutenzione per offrire sempre la massima qualità ed efficienza. Un impianto, con varie componenti e di uso quotidiano, richiede una particolare attenzione e cura per evitare un abbassamento delle prestazioni e della durabilità nel tempo.

Senza una regolare pulizia e un controllo accurato, un aspirapolvere centralizzato può infatti incappare in alcune problematiche; per questo è necessario applicare determinate strategie, per la verità molto semplici, per permettere al macchinario di operare con regolarità ed efficacia. Questi i suggerimenti in merito alla vasta gamma VACUFLO.

Come disotturare l’aspirapolvere centralizzato

Un aspirapolvere centralizzato può a volte tapparsi per via di un’ostruzione nel tubo flessibile. A volte può capitare infatti di aspirare per errore oggetti che vanno a creare un blocco (carta, sacchetti, stracci, calzini ecc.), motivo per cui bisogna fare attenzione durante le operazioni di pulizia e verificarne l’eventuale presenza.

Per disotturare un impianto di aspirapolvere centralizzato tappato, bisogna verificare anche che non ci siano ostruzioni presenti nella rete tubiera; a tal fine è necessario testare la forza aspirante su tutte le bocchette dell’abitazione fino a scoprirne il malfunzionamento in che zona è localizzato. Tra le cause che possono creare l’otturazione, per la verità, oltre ad un oggetto aspirato eccessivamente grande o a più oggetti ammassati, c’è anche l’umidità, che può creare fastidiose incrostazioni.

Per disotturare un impianto sono tre le operazioni da mettere in atto: scollegare la centrale aspirante, entrare nel tubo rigido di aspirazione con una sonda da idraulico per agganciare il materiale di intralcio ed infine estrarlo.

Per disotturare dall’eventuale materiale ostruttivo, si può anche aspirare in senso contrario dalla bocchetta corrispondente al tratto di impianto con problematiche. In questo modo, se la forza è sufficiente, si otterrà un efficace risultato con estrema semplicità. Nel caso ultimo, se il problema sussiste, bisognerà provvedere con una telecamera di video ispezione per verificarne la causa.

Come pulire il filtro dell’aspirapolvere centralizzato

In genere, alcuni aspirapolveri centralizzati montano un filtro in poliestere, la cui presenza garantisce il blocco delle particelle di polvere, acari e sostanze inquinanti dalle dimensioni “importanti”. Ecco dunque che pulirlo regolarmente diventa fondamentale.

Per pulire il filtro lo si deve prima di tutto scollegare dalla centrale aspirante; in seguito, per eliminare le polveri, è necessario avvolgerlo in un sacchetto dando alcuni scossoni in modo da pulirne bene anche le sue insenature. Infine, per pulirlo in profondità, sono indicati l’uso di un pennello o un compressore, soffiando aria compressa sul filtro stesso, può essere anche sottoposto a lavaggio, solo ed esclusivamente con acqua: assolutamente vietato l’uso del sapone e di qualsiasi tipo di detergente.

L’aspirapolvere centralizzato non si spegne

A volte può capitare che l’aspirapolvere centralizzato non si spenga. Si tratta di una casistica davvero rara, ma che può manifestarsi. Un problema che può nascere da un falso contatto, se l’impianto prevede una presa con micro-interruttore.

Facendo un controllo delle bocchette è semplice verificare dov’è collocato il micro interruttore e provvedere alla sostituzione. In caso di impianto con prese aspiranti dotate di contatti, è molto probabile che tutto nasca invece dalla scheda elettronica della centrale, che evidentemente resta in funzione anche quando dovrebbe staccare. È preferibile, in ogni caso, rivolgersi ad un manutentore professionista.

L’aspirapolvere centralizzato non aspira

Gli interventi di manutenzione sono necessari per permettere all’aspirapolvere centralizzato di operare con efficacia nel lungo termine. Tuttavia, uno dei problemi probabili è la debolezza in aspirazione, oppure un abbassamento delle prestazioni.

Un aspirapolvere centralizzato potrebbe non aspirare a causa delle perdite che possono manifestarsi nelle tubazioni di collegamento nei pressi della centrale aspirante. In questo caso, il sistema consuma più energia ed eroga una pressione inferiore a quella ottimale. Bisogna quindi verificare lo stato delle tubazioni e dei collegamenti, rivolgendosi ad un tecnico che possa intervenire per ripristinare l’aspirazione ottimale.

La riduzione della potenza aspirante può derivare anche da un oggetto che blocca il tubo flessibile. Se invece da tutte le prese aspiranti non c’è potenza e non riescono ad operare in maniera ottimale, il blocco sarà presente proprio nei pressi della centralina. In entrambi i casi, basterà rimuovere l’oggetto d’intralcio per ripristinare la potenza dell’aspiratore.

L’aspirapolvere centralizzato non funziona

Per ultimo può capitare che l’aspirapolvere centralizzato non riesca a funzionare per nulla; può essere che il problema nasca dal blocco della scheda elettrica, dalle spazzole (carboncini del motore) o dal motore stesso.

Tra i componenti più importanti di un impianto di aspirazione centralizzato, la centralina è infatti quello fondamentale per il funzionamento. Nella centralina vengono convogliate nel cestello le polveri e le impurità aspirate e viene espulsa l’aria con una minimissima parte di micro polveri verso l’esterno.

In caso di un eventuale blocco, bisogna controllare sempre che ci sia una corretta alimentazione d’energia elettrica.

Un’altra causa del non funzionamento del proprio impianto può essere la mancata pulizia del filtro (nel caso ci fosse), che fa scattare un sistema di protezione (termica) per evitarne il surriscaldamento del motore della centralina. Per ripristinare la termica, bisogna attendere circa 20 minuti per il raffreddamento e quindi riarmarla.

Se il problema non dovesse risolversi, è necessario contattare l’assistenza tecnica autorizzata per affidare ad un tecnico esperto la risoluzione e ripristinare il funzionamento del proprio aspirapolvere.

Assistenza per l’aspirapolvere centralizzato

Quando non si riesce a risolvere il malfunzionamento dell’aspirapolvere centralizzato, bisogna affidarsi ad uno specialista.

Attivo dal 1972, ASC ha fondato il mercato dell’aspirazione delle polveri in Italia: ancora oggi si trovano progettisti o installatori che identificano l’impianto di aspirapolvere centralizzato come “L’Impianto Vacuflo”.

La professionalità e l’esperienza dell’azienda è evidenziata dalla fitta rete vendita collaudata di concessionari esclusivi di zona e da centri assistenza ed installatori (elettrici ed idraulici) presenti in quasi tutto il territorio nazionale.

Installatori elettrici ed idraulici sono figure preparate per l’installazione, la manutenzione e la riparazione di aspirapolvere centralizzati per la casa e sono facilmente contattabili in caso di necessità.

Richiedi maggiori informazioni